Medio Oriente

Hezbollah mostra la sua forza in Libano

8 03 2005 - 17:35 · Flavio Grassi

Mezzo milione: secondo l’Associated Press tanti sono scesi in piazza a Beirut oggi per la manifestazione pro-Siria e antioccidentale indetta da Hezbollah. Anche se la fonte è la più grande agenzia di informazione americana, francamente la cifra mi pare un po’ esagerata: i libanesi sono quattro milioni in tutto, in proporzione 500.000 persone sarebbero più o meno l’equivalente di sette milioni di italiani in piazza a Roma.

A parte l’esattezza o meno della cifra, comunque, rimane certo il fatto che si è trattato di una manifestazione enormemente più grande di quella contro la Siria che ha entusiasmato tutti i giornali occidentali.

Certo in Medio Oriente cambieranno molte cose, ma non è detto che il risultato finale ci piaccia.

Associated Press

Commenti

  1. Un milione, ho letto io, un milione.
    persino francesco    9 03 2005 - 09:09    #
  2. Così pare. A me sembrava già tanto mezzo, e invece AP era stata stretta. Come ho già scritto, in Libano non succederà niente che non piaccia a Hezbollah.
    Pfaall    9 03 2005 - 09:22    #
  3. Se almeno piacesse alla maggioranza di loro sarebbe giù un buon risultato.
    Domiziano Galia    9 03 2005 - 10:16    #
  4. Sì pfaall messaggio pervenuto, forte e chiaro.

    C’è qualcosa che non quadra, un milione (“più di un milione”, no “cinquecentomila”, ecc.) di sciiti che vogliono conservare il cordone ba’th.

    Quindi, attendiamo qualche giorno, se quella parte della tua tua analisi si sarà rivelata, questa volta, esatta, mi cospargerò il capo di cenere e mi affretterò a scriverlo qui da te.
    Perchè io non ho difficoltà ad ammettere gli errori e a me non interessa negare le evidenze o far finta di nulla.

    Comunque, la prima osservazione che suscita quel corteo e che si è tenuto pacificamente e che anche hezbollah pare interessato ad un civile confronto sulla questione.

    Come dice Galia, vedremo cosa deciderà la maggioranza.

    Certo le nostre piccole vedette scrivono che serpeggiava l’odio antioccidentale in quel corteo, ma francamente l’esperienza mi ha insegnato a considerare quelle notazioni aria fritta.

    Staremo a vedere.
    persino francesco    9 03 2005 - 10:50    #
  5. Una delle ragioni per cui Hezbollah vuole “conservare il cordone” con la Siria l’aveva detta proprio Francesco, parlando del possibile ritiro siriano: “La Siria foraggiava Hezbollah [..] quindi ora c’è da attendersi un suo indebolimento”.

    A questo aggiungerei che (a torto o a ragione) molti sciiti potrebbero vedere la presenza siriana come garanzia contro Israele o contro tentativi golpistici della minoranza cristiano-maronita (tradizionalmente appoggiata dall’Occidente).

    Comunque, mi pare che ci dovrebbero essere elezioni in primavera. Vedremo allora cosa succedera’; speriamo soprattutto che i perdenti accettino il risultato.
    Emanuele    9 03 2005 - 14:44    #
  6. Gabriele Romagnoli oggi su Repubblica ventilava addirittura un milione e mezzo, ma reputava “prudente” la stima di un milione. Del tutto inaccettabile, anche se la maggioranza assoluta della popolazione libanese è costituita da giovani tra i 15 e i 30 anni, quelli che più numerosi han partecipato ad entrambe le manifestazioni.
    Un po’ come i dati Auditel, che se si sommano gli share dovrebbero convincerci che il 75% degli italiani, inclusi ultraottantenni e infanti in fasce è davanti alla TV il sabato sera…

    Aggiungerei alle considerazioni sopra, il fatto che storicamente gli sciiti sinora non hanno contato molto, nel mondo islamico, pur essendo maggioranza in molti paesi. Maggioranza oppressa, spesso offesa e umiliata, come in Iraq.

    E sotto il regime dello Shah lo erano in qualche modo anche in Iran. Fa pensare il fatto che Reza Palevi l’abbian deposto i moderati e i socialisti, anche se poi son stati gli ayatollah e i mullah (i sunniti non hanno una gerachia ecclesiastica) a succedergli al governo e ad instaurare un nuovo regime.
    E all’Iran molti guardano, oggi, tra i muslim di tutto il vicino Oriente.
    Gilgamesh    9 03 2005 - 17:38    #

non è più possible commentare questo articolo